Sei in: Home > Eventi > Il grano simbolo dell'agr...

11/07/2013 00:00

 Il grano simbolo dell'agricoltura italiana

 
Dal 12 al 15 luglio, alla Festa della Mietitura e del Pane Piacentino di San Protaso sarà presentata la pasta Ghigi, la pasta 100% italiana​

 

Coldiretti e Associazione Sportiva San Protaso ancora una volta insieme per celebrare la mietitura dal 12 al 15 luglio, ma quest'anno con una novità: insieme al Pane Piacentino sarà presentata la Pasta Ghigi, la pasta degli agricoltori fatta con grano 100% italiano. Pane e pasta: due prodotti straordinari entrambi simbolo di una tradizione alimentare che ci ha fatto diventare i campioni della gastronomia: il pane diventa a km zero poiché prodotto con una filiera interamente piacentina e la pasta Ghigi, la realizzazione concreta di un tassello del progetto di Coldiretti della Filiera agricola tutta italiana. Un pastificio acquistato da una cordata di Consorzi Agrari e che con tecnologie italiane, attrezzature italiane e soprattutto grano solo italiano produce una pasta ormai diventata famosa in tutto il mondo. A Piacenza la pasta Ghigi si trova nelle Botteghe di Campagna Amica di Piacenza e Castelvetro, ma presto sarà presente anche in altri punti vendita.
Durante questa quattro giorni si potranno inoltre assaporare ed apprezzare le antiche tecniche di produzione di una volta. Dal formaggio magistralmente realizzato da "Mario il Casaro", alla colazione a base di ciambelle e latte appena munto presso il Podere Santa Barbara di Marino Colombi, uno dei primi ad installare il bancolat offrendo a tutti la possibilità di far colazione con latte fresco munto a pochi km di distanza. Dalle "mani in pasta" per i più piccoli, al Pane piacentino, sfornato fresco e fragrante per tutti gli avventori degli stand gastronomici da Mastro Fornaio Ernesto.
Insomma, in un'unica cornice troveremo la vera tradizione agricola italiana tramandata di generazione in generazione per mantenere il contatto con il territorio e le proprie radici. Si tratta di far conoscere le filiere cortissime di una volta ma che oggi ritornano attuali più che mai per rispondere ad un crescente bisogno di territorialità del prodotto. Ed ecco quindi che tradizione e innovazione si intrecciano per trovare una chiave moderna di risposta alle esigenze del consumatore e per ridare dignità al mestiere agricolo grazie al quale riusciamo ad avere il cibo sulle nostre tavole.
"E' sempre bello festeggiare la mietitura, commenta il presidente di Coldiretti Piacenza Luigi Bisi, ed è per questo che domenica mattina saremo presenti presso il podere Santa Barbara, perché il grano e la pasta rappresentano il simbolo del nostro made in Italy. Come il nostro Presidente Marini ha detto recentemente all'assemblea nazionale di Coldiretti, il grano è la più bella metafora dell'agricoltura italiana: ha un ruolo fondamentale sia nel breve periodo che nel lungo perché una parte viene utilizzata sul momento per i fabbisogni immediati, ma una parte, quella migliore, viene conservata per il futuro, per sfamare le prossime generazioni".

Quindi non solo una colazione sull'aia, ma una vera e propria ricostruzione di tutti i mestieri che hanno fatto grande questa nostra Italia e che hanno permesso al nostro Paese di uscire dalle grande guerre mondiali. perché non bisogna dimenticare che l'Italia è stata ricostruita grazie all'agricoltura.

"Per questo motivo, conclude Bisi, la Festa della Mietitura è un momento unico per celebrare questo straordinario prodotto che da secoli alimenta intere generazioni e che è simbolo dell'Italia nel mondo: il pane e la pasta sono infatti due dei prodotti che hanno fatto della cucina italiana la più amata ed imitata al mondo, festeggiamolo, perché farlo vuol dire celebrare tutta l'agricoltura italiana".​

 

 pane; grano; pasta; coldiretti; campagna Amica