Sei in: Home > Eventi > Arcobaleno d'estate

27/08/2013 00:00

 Arcobaleno d'estate

 
Un successo la partecipazione alla più grande parata enogastronomica della storia della Regione Toscana: in mostra 463 specialità alimentari locali

 

L’agricoltura era in prima fila alla grande festa della Regione Toscana: sono state 463 le specialità alimentari del territorio a caratterizzare, lo scorso 24 agosto, la lunga giornata di “Arcobaleno d’Estate” attraverso una moltitudine di piccoli e grandi eventi sparsi qua e la tra agriturismi e aziende agricole, aperitivi a km zero con vista sulle colline, brindisi Doc sul mare e terrazze suggestive, mercati straordinari della filiera corta che esaltano e promuovono la regione con il maggior numero di bandiere del gusto in Italia (ben 4.698).
Grazie al primato della Toscana, l’Italia è leader a livello mondiale nel turismo enogastronomico con oltre 24 miliardi di euro spesi dai turisti nazionali ed esteri nel belpaese per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per acquistare prodotti tipici. 
 
Dalla costa, la Versilia passando per la Maremma, Pisa e Livorno, Arezzo, Pistoia, Prato, Firenze, tutta la Toscana dell’agroalimentare è stata coinvolta nella giornata. Basterà seguire il profumo delle cose buone per assaggiare il vero spirito di “Arcobaleno d’Estate”. Tra le iniziative “speciali” promosse da Coldiretti la rassegna “Mare DiVino”, sul pontile di Marina di Massa che ha fatto apprezzare a turisti e appassionati oltre 40 etichette dei produttori del Candia dei Colli Apuani Doc con un grande e lungo brindisi che partiva all’imbrunire per inoltrarsi fin sotto il dolce soffio della Luna. A Viareggio, a Villa Borbone, è stato invece un “Arcobaleno” molto piccante con la seconda edizione di “Peperoncino Day”, l’evento nazionale dedicato alla cultura e coltura del Peperoncino che ha messo in mostra le eccellenze delle varietà curate meticolosamente da Marco Carmazzi e dai suoi collaboratori. La terrazza dell’Acquario ospitava l’aperitivo a Livorno, mentre a Pisa, al Consorzio Agrario, l’appuntamento era con il mercato di Campagna Amica con assaggi di prodotti tipici, bruschetta alla toscana e vino per tutti i clienti, così come nel pistoiese. Stesso format del gusto a Siena, Colonna San Marco dove gli amanti del buon bere e del buon mangiare hanno trovato vino, spremute di frutta, formaggi tipici, miele, frutta fresca, salumi e dolci. Al Melo di Cutigliano, presso l’agriturismo “Le Roncacce” l’Arcobaleno è stato dedicato ai più piccini con laboratori didattici, esercitazioni di tiro con l’arco e visita al tramonto alla fattoria. Finger food con prodotti della filiera corta, dj set per ballare ma no alcool per i giovanissimi sulla terrazza “Spazio Reale” a Campi Bisenzio, nel fiorentino, dove è stato possibile apprezzare dei cocktail coloratissimi in perfetta pendant con la festa. Degustazioni di vini e formaggi anche ad Orbetello, nella bella Maremma.
 
Tantissime le aziende che hanno festeggiato con aperitivi a km zero e degustazioni guidate sullo sfondo dei più bei luoghi della regione. A Lucca, Villa Collemandina, l’azienda “Pane e Olio” e “La Chiusa di Nanni” a Capannori; in Lunigiana, a Pontremoli “Lucchetti-Ferrari”; a Massa, l’agriturismo “Da Nonno Cecco”. Ad Arezzo, Chiasso Superiore, il “Relais La Torre” ha preparato un aperitivo a base di bruschette con olio extra vergine di Oliva Toscano Igp, vini biologici, cantuccini e prodotti dell’azienda. Massiccia l’adesione delle aziende agrituristiche di Pistoia, dove c’era solo l’imbarazzo della scelta: “Villa Pacinotti” in Valdibure, Frantoio di Croci di  Campioni Mauro a Massa e Cozzile; “Le Dogane” a Piteglio; “Il Calesse” e “Abbonbrì” a Quarrata; “Villa Gioia” a Monsummano Terme; “Le Fontanacce” a Pescia; Agriturismo F.lli Lombardi in Valdibrana, “La Piastra”, agriturismo “I Taufi e Agriturismo “Campolungo” a Cutigliano; “Il Volpino” a San Marcello Pistoiese; agriturismo “Talini”, agriturismo “Fadanelli Michele” a Lamporecchio; agriturismo “Le Vigne” a Montale e “I Pianacci” a Uzzano. Per quanti voelvano festeggiare in Val d’Elsa, porte aperte all’agriturismo “Saletta”, a Poggibonsi, dove è stato possibile fare un aperitivo serale, a partire dalle ore 18, stappando le bottiglie di vino prodotto direttamente in azienda, ma anche mangiando crostini, salumi e formaggi toscani, e, ancora, panzanella, bruschette con olio di produzione propria. E per quanti hanno voluto brindare, magari a bordo piscina, nelle principali località termali del Senese: Terme di Chianciano, Rapolano e Bagni San Filippo, le cantine di Coldiretti, con le loro etichette, hanno tenuto compagnia a tutti gli amanti del buon bere per alzare i calici e brindare al ricco patrimonio toscano dell’agroalimentare.

 degustazione; kmzero; aperitvo; toscana