Sei in: Home > Cerca > I COMELLI a NIMIS - - Ca...

I COMELLI

Descrizione

Ci siamo fatti in… cinque! Quando qualcuno si sforza di dare il massimo, si dice “ci siamo fatti in quattro”. “I Comelli” sono andati oltre, si sono fatti in cinque. Papà Alessandro accoglie gli ospiti con il calore della gente friulana, Livia, abile cuoca, cucina i piatti semplici e saporiti della tradizione friulana. I tre figli – Paolo, Francesco ed Enrico – oltre a fare la loro parte in agriturismo, seguono l’azienda agricola nelle sue diverse componenti: al primo posto i vigneti (e la nuova cantina, fiore all’occhiello della famiglia), l’orto e il frutteto dell’azienda, gli animali della fattoria (mucche, ma anche alcuni esemplari di bisonte europeo, caprette, papere, asinelli e stupendi cavalli). Un posto a parte meritano le api, per Francesco più una passione che un hobby.
E poi…sulla provinciale che porta a Torlano, dove termina l’abitato di Nimis si diparte la strada che porta a Ramandolo, un itinerario suggestivo in mezzo ai vigneti inerpicati sul versante sud del Monte Bernadia. Proprio lì, incorniciata dalle viti, perfettamente inserita nel paesaggio, è nata la nuova cantina de I Comelli, un fabbricato a basso impatto energetico nel quale le tecniche tradizionali di vinificazione sono supportate dalle più moderne tecniche enologiche, i moderni tanks in acciaio a temperatura controllata e le botti in legno dove si affinano il Ramandolo ed i rossi più longevi.

Le eccellenze

Ramandolo è il vino che forse meglio rappresenta l’anima della sua gente: uomini schietti, a volte rudi ma ospitali, di carattere generoso e cultura antica, innamorati della loro terra. Affascinante per i rari, entusiasmanti equilibri fra tannino, acidità e dolce, per il colore giallo oro antico e i profumi di albicocca passita e miele di castagno, è il vino ideale per la meditazione e la contemplazione. Indimenticabile per il forte carattere e per il sapore gradevolmente dolce, di corpo, con lieve sentore di essenze aromatiche, è una delizia con il prosciutto San Daniele e fichi maturi, con il lardo, il salame di Nimis, i formaggi stagionati, la trota affumicata, il foie gras e, naturalmente, con i biscotti Uessuz, i Ramandolini, la Gubana, la pinza epifanica. Prodotto da uno dei più antichi vitigni del Friuli e presente nella lista dei vini serviti nel Concilio del 1409 a papa Gregorio XII, è la prima D.O.C.G. della nostra regione. I vigneti sono disposti al sole su dolci colline fra i comuni di Nimis e Tarcento, terra di Celti e Longobardi, in Friuli, nella provincia di Udine. La produzione è attualmente limitata a 285.000 bottiglie annue.

  • Bianco: Ramandolo DOC
  • Carne Di Coniglio:
  • Carne Di Pollo:
  • Carne Suina: salumi e insaccati
  • Insalata: ortaggi di stagione
  • Rosso:
  • Sottaceti:
  • Sottoli:

LARGO Armando Diaz 8
33045 NIMIS (UDINE)