Sei in: Home > Cerca > a - - Campagna Amica

Descrizione

L’azienda agricola Zarroli ha le sue origini nel lontanissimo 1880, quando il trisnonno Zarroli Tomasso con la moglie e i figli Gennaro, Nazzareno che aveva appena tre giorni, Maria, Marietta e Luisa, da Tortoreto si trasferiscono a Sant’Omero iniziando la sua prestazione lavorativa nel podere del Sig. Di Francesco Egidio.
Le donne di questa famiglia faranno la loro strada con i rispettivi mariti, mentre Gennaro e Nazzareno rimangono nel podere dedicandosi ai lavori annessi. Nazzareno prende in moglie D’Ascanio Rosa dalla quale nascono i figli Vincenzo ed Ercole, ma ciò segna anche la perdita, conseguenza del parto, della stessa. Successivamente si risposa in seconde nozze con Di Filippa Antonia, dalla quale nascono i figli Rosa e Triuccio, che verrà a mancare in giovane età (17 anni) fulminato dai fili della luce. Nel 1933 Gennaro e Nazzareno si dividono ed è proprio Nazzareno con la moglie D’Ascanio Rosa ed i figli Vincenzo ed Ercole che rimangono in questo podere dando una continuazione all’attività iniziata dal padre. Ed è proprio il 6 maggio del 1962 che Nazzareno riceve “L’attestato di benemerenza e medaglia d’oro” dalla Camera di Commercio Industria e Agricoltura di Teramo, per una permanenza personale accertata di ottantuno anni nello stesso podere in S.Omero di proprietà del Sig. Di Francesco Egidi.
Ciò dimostra la vita salutare e longeva vissuta da Nazzareno tra le fatiche dei campi, lavoro prettamente manuale e con l’ausilio di animali, tra i quali buoi e cavalli ai quali venivano imbracati mezzi di aratura e traino. Zarroli Vincenzo prende in moglie Di Pietro Candelora e dal loro matrimonio nascono i figli: Zarroli Umberto, Zarroli Maria che andrà in moglie a Tarquini Lorenzo a Corropoli, Zarroli Giovanni, Zarroli Grazia che andrà in moglie Capanna Abramo a Sant’Omero e Zarroli Iolanda che andrà in moglie a Polce Antonio a Perugia. Da Zarroli Ercole e la prima moglie nasce Zarroli Rosina, che andrà in moglie a Cretone Sandrino. Alla morte della moglie, Ercole convola a seconde nozze con Giulia dalla quale nasce Zarroli Elsa che andrà in moglie a Capretta Enzo. Nel 1960 Zarroli Giovanni parte per la Germania, lavorando nelle ferrovie e rimanendovi fino al 1970, assolvendo anche gli obblighi militari. Nel 1964 Zarroli Umberto, in una gelida ed alquanto ventilata giornata, prende in moglie Di Luca Antonietta. E nel 1966 dopo un aborto spontaneo arriva la prima figlia Zarroli Eridania. Nel 1968 Nazzareno all’età di 88 anni si spegne, e la conduzione del podere passa ai figli Vincenzo con la moglie Di Pietro Candelora i figli Giovanni, Umberto con la moglie Di Luca Antonietta, ed Ercole con la seconda moglie Giulia, che continuano la tradizione adoperando tutte le proprie forze in questo faticoso lavoro che non sempre dà le meritate soddisfazioni, infatti bisogna tenere conto del tempo che si passa al lavoro e delle avversità atmosferiche. Ed è proprio nel 1969, alla morte del padre Vincenzo che i figli Zarroli Umberto e Giovanni ricevono la conduzione dell’azienda ed è proprio in questi anni che si ha un totale cambiamento, iniziando con l’acquisto dei terreni e quindi diventando proprietari, e apportando delle migliorie all’azienda stessa, costruendo inizialmente la stalla per la rimessa dei buoi e poi demolendo e ricostruendo sulla stessa posizione la nuova casa.
Nel 1974 nasce, purtroppo morto, il secondo figlio di Umberto ed Antonietta, Mario. E nel 1976 nasce il terzo figlio di Umberto ed Antonietta, Zarroli Gianluca.

Le eccellenze

PEPERONI GRIGLIATI
Prodotto preparato con peperoni, coltivati dalla
nostra azienda, selezionando i più rossi o venati di massimo
spessore .
In particolare il processo di preparazione prevede una fase di
lavaggio, l’eliminazione del picciolo, esclusivamente a mano,
seguita dalla fase di grigliatura in forno professionale.
Raffreddamento in abbattitore, eliminazione manuale della
pellicina, apertura del peperone e riduzione al massimo dei
semini. Taglio manuale a striscioline ed invasamento manuale.
Successivamente si procede alla pastorizzazione in forno
professionale con l’ausilio della sonda. In tutto il processo non
viene utilizzato alcun additivo chimico.
Caratteristiche organolettiche: Il prodotto finito nel vasetto si
presenta a striscioline morbido, ricoperto esclusivamente da
sola acqua di governo e sono al naturale. Il colore è rosso
acceso o venato. Il sapore è dolce, delicato, leggero e molto
digeribile.
Ingredienti: Peperoni.
Abbinamento gastronomico: Ottimo per accompagnare carni
grigliati, insieme al baccalà, bruschette, o semplice contorno.
Modalità di conservazione: Il prodotto va conservato in luogo
fresco, asciutto e pulito, lontano da fonti di luce o di calore. Una
volta aperto il prodotto va conservato in frigo e consumato entro
due giorni.

  • Carciofi:
  • Carne Bovina:
  • Cavoli:
  • Cocomero:
  • Insalata:
  • Mele:
  • Miele:
  • Pere:
  • Pesche:
  • Pomodori:
  • Prugne:
  • Zucchine:


()