Sei in: Home > Cerca > TENUTA DEL CASTELLO a MON...

TENUTA DEL CASTELLO

Descrizione

La Tenuta del Castello è situata nel comune di Montegiordano, in provincia di Cosenza.
Il territorio, felicemente esposto ad Oriente, è prevalentemente collinare con altitudini tra i 150 e 250 metri sul livello del mare.
Lo scenario naturale è spettacolare: colline di pini, ulivi e macchia mediterranea che si affacciano sull’azzurro intenso dello Jonio.
La Tenuta si estende per circa 60 ettari ed è di proprietà della famiglia Solano dal 1881.
Nel cuore dell’azienda spicca il Castello seicentesco che domina gli uliveti secolari e quelli di più moderno impianto da cui si ricava un pregiato olio extravergine, nonché vaste superfici destinate alle colture di grano, legumi ed ortaggi.
La tradizionale attività agricola si arricchisce oggi di un progetto di viticoltura innovativo basato sul reimpianto di vitigni autoctoni e sulla ricollocazione dell’Aglianico nel suo luogo storico di origine: la Magna Grecia.
I terreni marno-sabbiosi e calcareo-argillosi, la vicinanza alla costa, un clima mite tutto l’anno ma con sensibili escursioni termiche, costituiscono gli elementi ideali per una viticoltura di gran pregio.
La qualità delle uve è garantita dalla scelta del sistema di allevamento dei vitigni in impianti a spalliera (cordone speronato) a densità medio-alta : 4000 piante per ettaro con una resa volutamente fissata ad un massimo di 2 chilogrammi di uva per pianta per un totale di 80 quintali ad ettaro.
L’azienda ha avviato un’intensa collaborazione con la Facoltà di Agraria dell’Università della Basilicata che prevede, tra l’altro, l’attivazione di percorsi formativi di tirocinio e orientamento.


IL CASTELLO
E’ un complesso fortilizio edificato nel 1645 dal Marchese Pignone del Carretto sui ruderi del Monastero di S.Anania distrutto dai Saraceni intorno all’anno 1150 il quale, a sua volta, era sorto probabilmente sui resti di un insediamento romano. La tradizione colloca nel sito la scuola estiva del filosofo greco Pitagora da Samo.
Fino alla fine degli anni ‘40 il Castello è stato abitato dalla famiglia Solano che lo ha acquistato insieme alla Tenuta nel 1881.
Il fortilizio era adibito a centro dell’attività produttiva della contrada, con il suo frantoio oleario, il mulino, le stalle, le ex-carceri trasformate in magazzini per il grano. Durante il periodo di raccolta delle olive e durante la mietitura ospitava i contadini e le loro famiglie, come testimoniano i locali che si affacciano sul cortile interno, intorno al bel pozzo seicentesco. Nel 1997 abbiamo approntato i primi ed urgenti lavori di consolidamento e restauro conservativo sulla base di un progetto che ne prevede l’utilizzo come “cuore” dell’azienda: un ristorante su


due piani per circa 300 posti, un museo agricolo, sale per cerimonie, punto di degustazione e wine-bar.


LA CANTINA
Al centro dei vigneti, a pochi passi dal Castello, sorge la cantina aziendale.
La raccolta delle uve, che provengono esclusivamente dalla Tenuta, viene effettuata a mano per garantire l’integrità degli acini.
La struttura è provvista di attrezzature tecnologiche all’avanguardia per la vinificazione controllata e l’imbottigliamento nonchè di un laboratorio interno per il monitoraggio costante della qualità dei vini.
L’azienda si avvale del contributo di idee e competenze tecniche di agronomi ed enologi che ne condividono la filosofia di fondo: assecondare la natura bilanciando ogni componente fino al perfetto equilibrio di sapori e profumi. Creatività e rigore, innovazione e tradizione vanno di pari passo.
Il risultato è la diretta espressione delle peculiarità del territorio e riflette il carattere forte e sincero di chi vi abita.
Periodicamente vengono organizzati dei momenti di incontro con operatori del settore, consumatori ed amanti del vino. Un’occasione per conoscere da vicino il processo produttivo e degustare i vini della Tenuta, rigorosamente accompagnati dai cibi della tradizione rurale dell’Alto Jonio.


I VITIGNI
I vigneti in produzione ad oggi si estendono per 11,5 complessivi per un totale di 46000 viti. L'Aglianico è il vitigno principe dell'azienda insieme al Greco Bianco come vitigni autoctoni della tradizione, il Traminer Aromatico vinificato in purezza e la Malvasia Bianca nostri prodotti assolutamente unici.

I VINI
La produzione si esprime in 5 vini:
Soprano dello Ionio (Greco Bianco 100%)
Alias ( Traminer aromatico 100%)
Ramen (Aglianico Rosé 100%)
Salandria ( Aglianico 100%)
DonAldo (Aglianico 70% - Cabernet S.30%)
La produzione potenziale può arrivare sino a 100'000 bottiglie . Attualmente siamo a 25'000.

Presenti sulle più prestigiose guide di settore ( Ais – Luca Maroni – Veronelli – Guida Vini dell’Espresso – Gilbert&Gaillard) abbiamo ottenuto recensioni su giornali nazionali e riviste di settore ( Il Mattino, Il Giornale di Calabria, La Gazzetta del Sud, Food And Beverage, Bibenda….), a conferma del grande e minuzioso lavoro svolto sin ora sotto l’esperta guida del Prof. Mario Ercolino, enologo di fama internazionale. Da quest’anno siamo stati scelti da Coldiretti ed inseriti nel circuito Campagna Amica come azienda vitivinicola d’eccellenza Calabrese.



IL FRANTOIO OLEARIO
Anticamente ubicato all’interno del Castello e del quale ne rimane inalterata la macina di pietra azionata dai cavalli, alla fine degli anni “40 è stato disattivato e sostituito con un impianto moderno a trazione elettrica e trasferito nell’antica casa “Solano” nel centro storico di Montegiordano. L’impianto, ora completamente rinnovato, è stato mantenuto “tradizionale” cioè con l’estrazione dell’olio tramite la pressione dei torchi idraulici al fine di conservare l’assoluta integrità del prodotto: è ciò che si puo definire “realmente” la prima spremitura a freddo. Gli olii delle colline dell’Alto Ionio sono rinomati per la fragranza, la consistenza ed i profumi “fruttati” unici, che solo gli olivi di collina possono esprimere.




LA SOCIETA'
La Solano & C. sas, è una società in accomandita semplice dei fratelli Solano, che opera nel settore agricolo e turistico-immobiliare. E’ specializzata nella produzione e trasformazione di prodotti agricoli, in particolare nella produzione di olio extra vergine d’oliva mediante spremitura freddo nel proprio frantoio e di vino, estratti esclusivamente da uve ed olive dei propri impianti siti sulle colline dell’Alto Ionio Cosentino. Dal 1975 nostro padre Aldo ha iniziato un lavoro di realizzazione di villette turistiche a ridosso del litorale marino, il “Villaggio degli Ulivi Aldo Solano”, in pieno centro abitato, lavoro che stiamo portando a completamento nel rispetto dell’ambiente e dello splendido paesaggio costiero.

DOVE SIAMO: La sede dell’impresa è a Montegiordano, un piccolo centro agricolo e balneare con meno di tremila abitanti. Felicemente affacciata sul Mare Jonio, nel Golfo di Taranto, la Marina di Montegiordano, centro turistico e balneare tra i più accoglienti dell’intera fascia Jonica, a ridosso delle colline rigogliose di pini e macchia mediterranea. La spiaggia è ghiaiosa e vanta un mare cristallino e particolarmente pulito. Inerpicandosi per nove chilometri
nell’interno sorge Montegiordano Centro, borgo rinascimentale grazioso ed ospitale, ove la cultura e la tradizione Calabro-Lucana è rimasta all’insegna della civiltà contadina: semplici e genuini come il proprio territorio, i Montegiordanesi continuano l’antica e proverbiale ospitalità della Magna Grecia.

COME RAGGIUNGERCI: Per chi viene dal Nord, autostrada Adriatica con uscita a Taranto, direzione Reggio Calabria sulla SS106 per 70 km, oppure Autrostrada Salerno-Reggio Calabria, uscita Lauria Nord, lungo la SS 653 Sinnica sino a Nova Siri e poi per 10 Km. Per chi viene da Sud, autostrada Salerno-Reggio Calabria, uscita Spezzano Albanese-Sibari, da Sibari direzione Taranto sulla SS106 per 30 Km. In aereo, scalo Bari o Brindisi (160 km) oppure Lamezia (180 km). In autobus da Milano, Roma, Genova, Bologna, Firenze, Venezia, linea diretta.

DA VISITARE……E DA FARE: I luoghi della Magna Grecia con i musei e gli scavi archeologici di Metaponto e Sibari a soli trenta minuti d’auto; i Parchi Nazionali del Pollino e della Sila. Per gli appassionati, la risalita del canyon del fiume Raganello, l’esplorazione delle grotte del Bifurto, la risalita del Torrente Saraceno sino alla vetta del Dolcedorme…caccia, pesca, funghi e tartufi, OVVIAMENTE NELLA STAGIONE GIUSTA!!!! Per gli appassionati della nautica, i Laghi di Sibari, il più importante porto turistico del Mediterraneo; per i subacquei la Secca di Amendolara, guidati direttamente dal personale della Lega Navale Italiana e da Ogigia Diving Center di Amendolara.

Le eccellenze

  • Bianco: Calabria Igt
  • Rosato:
  • Rosso: Calabria Igt

CONTRADA Castello snc
87070 MONTEGIORDANO (COSENZA)