Sei in: Home > Cerca > AZIENDA AGRICOLA DE VESCO...

AZIENDA AGRICOLA DE VESCOVI ULZBACH DI DE VESCOVI GIULIO

Descrizione

In un sonetto così come in un’ottava ci sono le radici, la cultura, l’amore per la vita di chi l’ha fatto, combinati con il genius loci e la moderna comunicazione. È così anche per il vino: ci vogliono una terra vocata e un clima adatto (cioè il talento) ma ci vuole anche sapienza, gusto, misura (cioè l’arte). La terra e il clima sono dati, l’arte si insegue studiando, imparando, cercando, meditando, provando.
La Famiglia de Vescovi coltiva la vite a Mezzocorona da più di 300 anni. Nella seconda metà del ‘600 Vigilio de Vescovi (teologo ed economo del Principe Vescovo di Trento, Decano atesino, protonotario apostolico e delegato alla Dieta di Innsbruck per il Principe stesso) a trasferire la famiglia da Vermiglio a Mezzocorona, così iniziò una nuova vita e storia della famiglia. La Piana rotaliana era già culla di una agricoltura rigogliosa e aveva come fama il Teroldego, dai tempi del Concilio. Così i de Vescovi cominciarono a produrre uve e vini. Negli stemmi della famiglia de Vescovi, appare evidente la discendenza ecclesiastica. Pochi anni fa, Giulio de Vescovi – fresco di laurea in Viticoltura ed Enologia presso l’Università di Firenze – ha deciso di dar corpo al suo sogno: creare un grande vino. Fin da bambino ha sognato questo progetto fino ad arrivare ad avere esperienze di lavoro in Italia e all’estero, vendemmie e vinificazioni di prova. Nel 2003 la prima vinificazione “vera” e nell’ottobre del 2005 la presentazione dell’etichetta e la commercializzazione.
I vigneti situati nel cuore della zona di produzione del Teroldego Rotaliano sono in parte allevati a pergola e in parte a spalliera: anche qui tradizione e innovazione. I de Vescovi conoscono questi terreni palmo a palmo da sempre, sanno quanto e cosa può dare ogni filare dei loro poderi: Rauti-Camorzi, Fron e Broilo.
Nella vecchia casa del ‘600 a pianterreno e nel piano interrato trova posto la cantina, rinnovata e ristrutturata mantenendo l'atmosfera di un tempo ricca di particolari. Sono locali bellissimi che sono stati restaurati con tocco leggero, ammodernati di quel tanto che basta per renderli funzionali alla nuova produzione che è e rimarrà comunque una produzione di nicchia.
L’impressione di essere nella cantina di famiglia è quanto mai presente e contribuisce a creare un’atmosfera fortemente personalizzata e di grande fascino. I locali dove riposano le barrique sembrano creati ad hoc: luce bassissima, giusta temperatura, giusto grado e costanza di umidità, giusto respiro.

Le eccellenze

Teroldego Rotaliano Doc e Teroldego Rotaliano Doc Vigilius. Il Teroldego è un vitigno a bacca rossa che ha trovato nel “giardino vitato” rotaliano, il suo naturale sito di coltivazione. Diffusosi inizialmente in varie zone del Trentino ha, con l'andare del tempo, eletto definitivamente dimora nel Campo Rotaliano in cui la terra ciottolosa e il microclima creato dalle montagne circostanti si intrecciano in una combinazione ideale con le caratteristiche del vitigno, esaltandone la sua massima espressione.

Ultimo nato il Kron 500, Vino spumante di qualità Metodo classico Blanc de noirs Pas Dosè proveniente da uve selezionate di pinot nero su terreni di proprietà a 500 metri sul livello del mare.

  • Bianco: GA EMPEIRIA BIANCO IGT
  • Rosso: TEROLDEGO ROTALIANO CLASSICO DOC
  • Rosso: TEROLDEGO ROTALIANO VIGILIUS DOC

PIAZZA Garibaldi 12
38016 MEZZOCORONA (TRENTO)