Sei in: Home > Cerca > Contesa Soc. Agr. Sempl. ...

Contesa Soc. Agr. Sempl. di R.Pasetti & C.

Descrizione

Nel cuore della provincia di Pescara, si estendono le terre dei Vestini, che scivolano dolcemente dalla montagna verso il mare.
Qui sul colle del longobardo Corbino sorge il paese di Collecorvino, che sin dai tempi antichi si fondò su un'economia agricola, caratterizzata dalla coltura dell'olivo e della vite.Contesa affonda le sue radici nella storia di questa terra e di questo popolo, dai quali ha ereditato la grande tradizione vitivinicola.Contesa nasce nel 2000 dalla tenacia di Rocco Pasetti enologo e capofamiglia, che ha fatto della giovinezza e della caparbietà la forza stessa dell'azienda.Le radici della famiglia Contesa affondano all'inizio del secolo scorso quando nel contado di Miglianico, piccolo borgo dell'antico Regno D'Italia, quando due grandi proprietari terrieri della zona dissiparono parte dei loro vigneti per una storia alquanto bizzarra… di querce e di vigne contese.Il mio bisnonno Antonio Caramanico detto "Zi Antonije di Cocciaroscie", abile viticoltore e buon maestro di cantina, era proprietario di un vigneto posto a confine delle terre di Antonio Perrucci detto "Ciucculone". Appena superato il confine, nella proprietà di "Ciucculone" vi era una quercia secolare talmente grande che occorrevano le braccia di cinque uomini per circondare tutto il suo tronco; i suoi possenti rami e la sua chioma folta sconfinavano sulle terre di "Zi Antonje" e coprivano d'ombra una parte dei suoi vigneti.Il mio bisnonno, allo scopo di indurre il suo confinante ad accorciare i rami della quercia, che pregiudicavano la qualità dell'uva invasa dall'ombra, e minacciata dalle radici del grande albero, pensò di portare il suo maiale a mangiare le ghiande che, copiose, cadevano dalla pianta sul suo suolo. L'iniziativa non convinse "Ciucculone", che anzi pensò di ricorrere alla Corte di Ortona per costringere il confinante a pagare una quota per le ghiande mangiate dal "porco".Nacque così la CONTESA tra i due, i quali si erano posti entrambi a difesa dei frutti delle proprie terre, le ghiande e l'uva. Tanti furono i maiali di "Zi Antonije" che ingrassarono sotto la quercia, ma furono tanti anche gli appezzamenti di vigneto che i due uomini persero per sostenere le spese legali…Oggi, porto con me lo stesso amore per la terra e per le vigne che aveva spinto "Zi Antonije" a privarsi di parte dei suoi possedimenti per difendere la qualità delle sue uve e dei suoi vini.Come lui, sono stato anche io protagonista di una CONTESA la cui conclusione ha dato vita alla mia nuova azienda, nata dalla scissione della vecchia azienda di mio padre.Mi auguro che i miei figli possano continuare nel tempo a difendere il loro lavoro e le loro scelte, con la stessa tenacia, coerenza e integrità che da sempre caratterizza la mia famiglia.

Le eccellenze

  • Bianco: Trebbiano DOC
  • Olio Extravergine Di Oliva:
  • Rosato: Cerasuolo DOC
  • Rosso: Montepulciano DOP

STRADA delle vigne 28
65015 COLLECORVINO ,Loc. Caparrone (PESCARA)