Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Notizie

Salvaguardia dell’ambiente e consumi consapevoli

14.05.18

È importante diffondere anche tra le giovani generazioni l’idea di una “alimentazione sostenibile”, che sia sana ma anche a basso impatto sull’ecosistema

Salvaguardia dell'ambiente e consumi consapevoli

Secondo una recente indagine dell’Istituto Ixè, l’interesse alla salvaguardia dell’ambiente e al problema del riscaldamento globale si sta progressivamente affermando anche tra gli italiani. Emerge, infatti, che 4 consumatori su 10 nei loro acquisti pongono attenzione alla sostenibilità e all’ambiente attraverso scelte di buon senso rivolte a prodotti agroalimentari a chilometro zero e di stagione che, evitando inutili trasporti, contribuiscono a una maggiore tutela ambientale.

Resta comunque importante diffondere anche tra le giovani generazioni l’idea di “alimentazione sostenibile” per garantire una maggiore consapevolezza durante le fasi di acquisto e consumo dei prodotti alimentari. Ogni scelta di consumo infatti implica dei costi/benefici derivanti dall’impatto produttivo sull’ambiente, che dovrebbero essere sempre ricompresi nell’idea di qualità reale che diamo al prodotto che acquistiamo. Basti pensare che l’acquisto di un kg di mirtilli coltivati in Argentina, causa indirettamente un’emissione di anidride carbonica superiore a 20 kg, anche se ci siamo recati a piedi al negozio più vicino!

Ma oltre all’impatto ambientale di alcuni cibi, sempre più spesso emerge anche una crescente urgenza di tipo sanitario legata agli effetti di una cattiva alimentazione e pessimi stili di vita. Nonostante le percentuali di giovani con problemi di sovrappeso e obesità siano in leggera decrescita rispetto a 10 anni fa (-13%), sono da considerarsi con preoccupazione anche altri fenomeni legati all’alimentazione, come alcuni disagi psicologici che possono produrre un rapporto patologico col cibo e possono essere causa di discriminazione e bullismo.

Le nuove generazioni devono confrontarsi ogni giorno con esempi e modelli che condizionano negativamente i loro comportamenti alimentari. Per questi motivi, fare educazione alimentare vuol dire conoscere gli effetti positivi della Dieta Mediterranea e di una sana alimentazione sulla propria salute e sviluppare pensiero critico sul cibo che mangiamo per ridurre la nostra impronta ecologica con piccoli gesti quotidiani.

La sinergia tra la Scuola e Campagna Amica rappresenta un valido strumento per guidare il processo di scoperta culturale e sensoriale del patrimonio alimentare italiano, nell’ottica di una maggiore sostenibilità ambientale e di corretti stili di vita. Utile, in ambito educativo, anche il sostegno proveniente dai fondi PON per la Scuola 2014-2020 del MIUR con cui è possibile fare educazione alimentare nelle scuole.

Per formare giovani e famiglie al consumo consapevole del cibo è prezioso anche il coinvolgimento della comunità locale. Le aziende e i mercati degli agricoltori di Campagna Amica, ad esempio, sono il luogo perfetto dove acquistare cibi genuini, sostenibili e tipici del territorio, conoscere il vero made in Italy e imparare a difendersi dalle frodi alimentari che rappresentano un grave danno per l’economia, per la salute e per l’ambiente.

TAGS
alimentazioneambientecibomercatisalute