Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Notizie

Tasso di interesse del mutuo: cosa c’è da sapere

11.04.18

Spread, Eurirs ed Euribor spiegati da Creditagri Italia, gli esperti di Credito Agrario e Finanza d’Impresa

Tasso di interesse del mutuo: cosa c'è da sapere

Il tasso di interesse del mutuo rappresenta il compenso che le banche richiedono a fronte del prestito concesso. Il tasso può essere fisso, variabile, misto, con Cap, rata costante con durata variabile etc.

Soffermiamoci sui due tassi principali, il fisso e il variabile. Il parametro di riferimento per il tasso fisso è l’Eurirs (Euro Interest Rate Swap), mentre per il tasso variabile l’indice principale è l’Euribor (Euro Interbank Offered Rate). In entrambi i casi è presente lo spread. Partiamo con la definizione di quest’ultimo.

Lo Spread è un dato fondamentale per determinante un confronto immediato tra mutui. Lo spread dei mutui, che deve essere sempre indicato in contratto, è il guadagno della banca che va ad aggiungersi all’Euribor nei prestiti a tasso variabile e all’Eurirs in quelli a tasso fisso. Più basso è lo spread, migliore sarà il tasso di interesse finale.

L’Eurirs, detto anche Irs, è il parametro dei mutui a tasso fisso, che insieme allo spread determina il tasso finito. Come detto, l’Irs è un indice che cambia tutti i giorni ed è pari alla media ponderata delle quotazioni alle quali le banche operanti nell’Unione europea realizzano l’interest rate swap. Le dinamiche dei tassi Irs fanno riferimento agli strumenti obbligazionari di pari durata, in particolare al Bund tedesco.

L’Euribor è invece il parametro di riferimento dei mutui a tasso variabile, che sommato allo spread, determina il tasso finale. Anche l’Euribor varia tutti i giorni e viene calcolato come media semplice delle quotazioni rilevate da un gruppo di banche rappresentative nel panorama creditizio europeo e mondiale selezionate dalla Federazione Bancaria Europea (European Banking Federation).

Articolo a cura di CreditAgri Italia.

Profilo di CreditAgri Italia s.c.p.a.

È una Società Finanziaria costituita sotto forma di Cooperativa di garanzia collettiva dei fidi.

Si occupa prevalentemente di offrire assistenza e consulenza tecnico – finanziaria nel settore agricolo, agroalimentare ed agroindustriale. Si occupa in modo specialistico di Credito Agrario e Finanza d’Impresa a vantaggio delle imprese appartenenti a tutti i settori produttivi.

CreditAgri Italia è composta da una rete di professionisti chiamati a valutare al meglio ogni progetto, fornendo il supporto per una corretta pianificazione degli investimenti a misura di ogni realtà.

CreditAgri Italia attraverso la contrattazione con gli Istituti Bancari, Società di Leasing e di factoring, è in grado di mettere a disposizione prodotti e servizi creditizi appositamente pensati per rispondere alle esigenze delle imprese agricole e di quelle appartenenti al mondo dell’agroalimentare, ai Consorzi Agrari, alle Cooperative ed al settore della pesca e dell’acquacoltura e di tutte le filiere.

CreditAgri Italia, Intermediario Finanziario unico nel suo genere, costituisce il più articolato Ente di garanzia fidi italiano operante in agricoltura ed iscritto all’Albo Unico degli Intermediari Finanziari Vigilati dalla Banca d’Italia ex art. 106 del Testo Unico delle Leggi in materia Bancaria e Creditizia, al n. 19556.0.

Presente in tutte le Regioni, attraverso proprie filiali e con oltre 22.000 imprese assistite.

TAGS
euriboreurirsmutuospreadtasso