Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Notizie

Pianificazione, non improvvisazione: i vantaggi di un buon piano marketing

30.05.17

Cosa e in quale modo le aziende agricole possono comunicare con il mercato? Istruzioni per una strategia di successo

Pianificazione, non improvvisazione: i vantaggi di un buon piano marketing

​Dopo aver approfondito insieme a INIPA – Coldiretti Education cosa vuol dire nel concreto “fare marketing” in agricoltura, oggi parliamo della pianificazione. In particolare, esamineremo due aspetti molto importanti per un’attività d’affari: il business plan e il piano marketing. Infatti, Il nostro prodotto può essere davvero ottimo, ma la maggior parte degli sforzi possono essere vani se nessuno ne è consapevole. E la consapevolezza deriva dalla (buona) comunicazione.

Come entrare in contatto con i clienti
Una volta che siamo riusciti a raccogliere informazioni sul nostro mercato, è il momento di organizzare un modo per entrare in contatto con i clienti. Ecco alcune delle strade possibili:
• Andare dal cliente

• Portare il cliente in azienda

• Incontrare i clienti nei luoghi di aggregazione (come farmers’ market, manifestazioni o fiere)
Scegliamo con cura il nostro metodo di contatto per dire al mondo che esistiamo e diamo massima attenzione a commenti, risposte, domande… e critiche!
Questo comporta un necessario spostamento di attenzione dal prodotto al consumatore che si esprime nel marketing relazionale o Customer Relationship Management (CRM): una strategia finalizzata a promuovere la fedeltà, l’interazione e il coinvolgimento a lungo termine del cliente. Infatti, uno dei fattori di successo è la conoscenza approfondita di chi sono i nostri clienti, quali bisogni hanno, cosa cercano e quale approccio li fa sentire meglio. È necessario trasmettere loro tutto ciò che va oltre il prezzo e il prodotto: qualità, artigianalità, tempo impiegato nella lavorazione.
A questo punto avrete individuato i destinatari della vostra comunicazione. E allora, cosa comunicheremo? Solitamente i clienti cercano:
Storia dell’azienda e del prodotto: tradizione, eredità culturale, curiosità.
Metodi di produzione: le informazioni sulla cura e la passione messe nella realizzazione del prodotto affascinano e incantano il consumatore.
Valori della sostenibilità e naturalità (prodotti tipici, chilometri zero, qualità, tracciabilità).
Sicurezza, salute, benessere… e divertimento!
È pure importante ispirare fiducia con la nostra comunicazione, in modo da stimolare interesse.
Alcuni consigli per una campagna di comunicazione efficace
Usiamo un tono diretto, tempi verbali semplici ed evitiamo frasi negative.
Presentiamo il nostro prodotto mettendo in evidenza i potenziali bisogni del consumatore che andiamo a soddisfare;
Enfatizziamo le caratteristiche principali attraverso l’uso di alcune parole come prova, beneficio, consiglio, informazioni, sicurezza, necessario, qualità, economico, nuovo, bello, utile. Che cosa hanno queste parole in comune? Sono reali, positive e credibili e descrivono le caratteristiche del nostro prodotto in termini di utilizzo, funzione, qualità e garanzia, ma attenzione a non cadere nella tentazione della pubblicità ingannevole: mai promuovere quel che non siamo in grado di offrire davvero!
Clicca qui per ulteriori approfondimenti sulla pianificazione di un piano marketing grazie alla piattaforma e-learning “Farminc.eu” di INIPA – Coldiretti Education.
TAGS
agricoltura; marketing; e-learning; formazione;