Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Notizie

​Piscicoltura a km zero: allevare secondo natura

08.05.17

La storia dell’azienda ittica San Biagio nel Cuneese tra prodotti freschi e trasformati di qualità

L’azienda ittica San Biagio rappresenta una realtà interessante nel panorama della piscicoltura del Cuneese. Accompagnati dalla giovane titolare Delia Revelli sarà una scoperta conoscere la vita sott’acqua, vedere come vivono e si riproducono diverse varietà di pesci, dalle più comuni, tipiche dei nostri fiumi alle varietà rare. Nell’allevamento a ciclo chiuso è facile per grandi e piccini avere un primo approccio all’itticoltura.
L’azienda si occupa di allevamento di pesce d’acqua dolce, in particolar modo di trote (iridee, fario, salmerini), ma si possono trovare anche carpe, storioni, anguille. È un’attività di piccole dimensioni: negli anni si è cercato di puntare non tanto sulla quantità della produzione, ma piuttosto sulla qualità. Qualità del prodotto che viene offerto ai clienti, qualità dell’ambiente in cui si vive, qualità delle acque in cui vengono allevati i pesci.
Una particolarità dell’allevamento è quella di essere completamente alimentato da acqua di sorgente: pura, limpida, pulita, costante tutto l’anno. Questo garantisce alle trote una crescita sana, omogenea, e ottime caratteristiche organolettiche delle carni, tanto che dal 2005 l’azienda si fregia di un riconoscimento sanitario europeo di indennità da malattie.
Si tratta di un allevamento non intensivo, a ciclo chiuso, che si occupa della riproduzione, dello svezzamento dei piccoli e del ripopolamento in acque pubbliche delle trote che vengono immesse nei fiumi e torrenti in diverse taglie: a partire dalle uova, agli avannotti, alle trotelle, fino ad arrivare alla taglia pronta per la pesca, in collaborazione con enti pubblici e privati quali province, comunità montane, associazioni di pesca.
In azienda è presente anche un punto vendita al dettaglio, dove i clienti possono acquistare sia il prodotto fresco che trasformato; da alcuni anni, infatti, si è deciso di dedicare parte della produzione di trote iridee alla trasformazione, arrivando così ad offrire alla clientela filetti affumicati, cotti al forno, grigliati e diversi sughi a base di trota. Caratteristica dell’azienda è proprio l’affumicatura a caldo, eseguita utilizzando legno di faggio, che conferisce al pesce un sapore particolarmente dolce.
TAGS
km zero; cuneo; pesicoltura;