Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Il cibo giusto

Lattuga romana e canasta, le insalate regine

25.01.17

Gustose e ricche di sostanze nutrienti, sono verdure facili da coltivare. Basta scegliere il terriccio giusto e annaffiarle abbondantemente

Perché comperare un ortaggio semplicissimo da coltivare, per scegliere invece piante provenienti da luoghi distanti, con tutto ciò che questo comporta in termini ambientali ed economici? Noi vi proponiamo una scelta alternativa e green al 100 per cento.
Questa è la storia di due lattughe consumate in grandi quantità in Italia: la romana e la canasta. Varietà di un’unica specie, hanno delle importanti proprietà salutari, per il grande contenuto di micronutrienti (sali minerali e vitamine). Sono perciò alimenti idratanti ed antiossidanti.
Ecco alcuni consigli per la loro coltivazione che è molto semplice, sia in balcone che in pieno campo. Il primo elemento da considerare è il terreno: il sapore delle foglie di questo ortaggio dipendono dal tipo di terra utilizzato. Perciò, ma è quasi scontato dirlo, abbiate cura nella scelta del terriccio. Uno leggero e ricco di nutrienti (in particolare azoto) è senz’altro consigliabile.
Parliamo anche di stagionalità. La lattuga romana soffre il caldo, perciò si adatta meglio all’autunno e alla primavera precoce. Esattamente il contrario si può dire per la canasta, quindi la semina in semenzaio deve avvenire a gennaio/febbraio o ad agosto/settembre per la romana mentre per tutta la primavera per quanto riguarda la canasta. In un paio di mesi le piante dovrebbero essere pronte per la raccolta. Essendo ricchissime d’acqua, necessitano di terreno ben umidi. Amano trovarsi compatte e perciò ogni pianta può essere collocata ad una ventina di centimetri dalle altre. In generale, non soffrono l’attacco di molti parassiti ma, in ogni caso, dei decotti a base di aglio, ortica o cipolla possono risultare dei buoni deterrenti. Il nemico giurato di queste verdure è la lumaca, ma di questo ci occuperemo la prossima volta… Buona insalata a tutti!

TAGS
stagionalità; lattuga; orti; canasta; semina;