Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Notizie

Lingue di suocera in bisaccia per attraversare il Piemonte

12.05.14

Seconda settimana di cammino per il progetto “La bisaccia del pellegrino": Francigena 2014, l’Europa a piedi verso Roma”. Oltre 130 km da Santhià a Orio Litta

E’ cominciata un’altra settimana per “La bisaccia del pellegrino: Francigena 2014, l’Europa a piedi verso Roma”. Il progetto che vede la Fondazione Campagna Amica al fianco di RadioRai e Associazione Civita, promotori dell’iniziativa, attraverserà il Piemonte proseguendo il lungo storico percorso che dopo circa 1000 chilometri si fermerà a Roma.
Un viaggio che il gruppo di giornalisti “camminatori” farà attraverso le bellezze del nostro Paese per divulgare e promuovere gli itinerari di pellegrinaggio francigeni del nostro Nord con l’obiettivo anche di richiamare l’attenzione sulle tipicità agroalimentari tradizionali locali dei territori attraversati dalla Via. Indispensabile, quindi, la famosa bisaccia che i pellegrini porteranno con loro con alcuni prodotti tipici forniti da Campagna Amica, che richiameranno alla regione che ogni settimana attraverseranno.
Inizia una nuova settimana (il progetto è partito da Aosta), con il gruppo che partendo questa mattina da Santhià e dopo aver passato Vercelli, Robbio, Mortara, Garlasco, Pavia e Santa Cristina arriverà a Orio Litta. Bisaccia del Piemonte in spalla, dunque, con all’interno con all’interno 7 prodotti di eccellenza locali di Campagna Amica:

Lingua di suocera (Pat)
 
È un tipo di pane dalla caratteristica forma allungata e sottile e dalla consistenza croccante e friabile. Gli ingredienti sono farina 00, malto, sale, lievito, olio e strutto. La pasta è simile a quella dei grissini, ma presenta una lavorazione in tre tempi. Viene impastata a macchina e stirata a mano. Si accompagna particolarmente bene con gli antipasti.
 
Da una Spiga di Grano di Manavella Stefano, Stefano Manavella, Via del Pascolo 40, 10061 Cavour (To), tel. +39 0121600002, cell./mob. +39 3493834911, stefano.manavella@gmail.com
 
———————-
 
Grissino stirato (Pat)
Il nome deriva da grissia o gherssa: il pane tipico di tutto il Piemonte, un tempo di forma allungata e stretta. Assottigliando e allungando sempre più la forma del pane è nato il ghersin stirà, particolarmente friabile e croccante. Gli ingredienti sono farina 00, acqua, lievito e sale. Vuoto all’interno, ha colore dorato, aroma fragrante e sapore delicato.
Da una Spiga di Grano di Manavella Stefano, Stefano Manavella, Via del Pascolo 40, 10061 Cavour (To), tel. +39 0121600002, cell./mob. +39 3493834911,  stefano.manavella@gmail.com
 
——————-
 
Salame d’la Doja (Pat)
 
Salume suino, prende il nome dal contenitore di conservazione: un boccale di terracotta o dolia. Spalla e pancetta sono macinati a grana media e conditi con sale, pepe, aglio, vino rosso (generalmente Barbera), cannella e noce moscata. Insaccato in budello di manzo, si lascia maturare per 4 settimane. Quindi resta per 8 mesi nella doja, immerso nello strutto.
 
Azienda Agricola /Commercial Farm Valsesia Snc Di Bergamaschi F. & C., Flavio Bergamaschi , Via Fiume Sesia 2/c, 28064 Sillavengo (No), tel. +39 0321825246, fax +39 0321824239, cell./mob. +39 3397248186,  agricola.valsesia@tin.it, www.agricolavalsesia.it  
 
———————————–
 
Montebore (Pat)
 
Di origini medievali, è un formaggio grasso, a pasta bianca di latte vaccino e ovino. La forma, detta il Castellino, ispirata alla torre del castello di Montebore, è simile a un tronco di cono per la sovrapposizione di 3 o 5 formelle di diverso peso e dal diametro decrescente. Ha sapore delicato se gustato fresco, è invece deciso con sentori di pecora se maturo.
 
Vallenostra, Roberto Grattone, Fr.Vergagni, 15060 Mongiardino Ligure (Al), tel. +39 014394131, fax +39 014394131, cell./mob. +39 3404500729, info@vallenostra.it, www.vallenostra.it  
 
 ————————————-
 
 Toma piemontese (Dop)
 
E’ prodotto solo con latte vaccino ed esclusivamente nell’areale alpino piemontese. Le origini risalgono all’epoca romana. Si presenta in due diverse tipologie: grasso, con latte intero a pasta morbida, colore paglierino, sapore dolce, odore delicato; e semigrasso, con latte parzialmente scremato a pasta semidura, colore bianco, sapore e odore intenso.
 
Azienda Agricola/Commercial Farm Fortis Giulio, Giulio Fortis, Via Grupola 4, 28010 Massino Visconti (No), tel. +39 0322980061, cell./mob. +39 3383779142, azagricolafortis@libero.it
 
 ————————–
 
 Nocciolini di Chivasso (Pat)
 
 In origine il nome era Noisettes, nocciole in francese. Con l’avvento del fascismo il nome fu cambiato in Nocciolini. Prodotti solo artigianalmente sono dolci friabili dal colore dorato e dalla forma di una mezza sfera. Ricordano un piccolo bottone o una goccia. Sono composti da nocciole (varietà Tonda Gentile delle Langhe), zucchero e albume d’uovo.

Dolciaria Fontana di Genisio Anna Maria, Anna Maria Genisio, Via Ivrea 31, 10034 Chivasso (To), tel. +39 0119102661, info@nocciolinifontana.it

—————————————–

Barbera Colli Tortonesi (DOC)

Il vino, prodotto nel Tortonese, in provincia di Alessandria, ha odore gradevolmente vinoso caratteristico, colore rosso rubino carico che con l’invecchiamento si attenua assumendo toni granata,  sapore secco, fresco, talvolta vivace, sapido, robusto (11,5°). Da abbinare ad arrosti misti, formaggi a media stagionatura, pastasciutte e salumi stagionati.
Cascina San Leto, Carlo Daniele Ricci, Via Montale Celli 9, 15050 Costa Vescovato (AL) tel. +39 0131838115, fax +39 0131838115, cell./mob. +39 3358296312, cascinasanleto@libero.it,www.aziendaagricolaricci.it

TAGS
piemonte; civita; pellegrino; bisaccia;