Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Notizie

Al flauto magico i bambini crescono con il km zero

24.07.13

All’asilo nido di Ceriale la prima mensa certificata con i prodotti degli agricoltori italiani. Un’iniziativa nata per assicurare la salute dei piccoli ospiti, puntando sulla stagionalità

L’asilo nido "Il flauto magico" di Ceriale (in provincia di Savona) è il primo in Liguria che ha deciso di certificare la sua mensa con il marchio Campagna Amica nel piatto. Incontriamo nella loro sede, in via Roma 22, la signora Agnese Fiallo (presidente della Fondazione Parodi) che gestisce l’asilo e la maestra Erika Balestrieri (responsabile del progetto).
 
Signora Fiallo ci descrive brevemente l’asilo nido?
"Il Flauto magico" è nel centro di Ceriale, ed è una realtà consolidata nell’ambito dei servizi dell’infanzia. Ospita 38 bambini dai 6 ai 36 mesi e la presenza della mensa interna garantisce un’attenzione e un monitoraggio costante all’alimentazione grazie anche a menù stagionali preparati con prodotti  locali a km zero.
 
Maestra Erika come siete venuti a conoscenza del progetto Campagna Amica e perché avete deciso di collaborare con noi?
Coldiretti rappresenta una realtà molto conosciuta per la difesa dei prodotti agricoli e poi conoscevamo l’impegno di Campagna Amica per l’educazione alimentare. Noi siamo da sempre attenti alle tematiche legate all’alimentazione e al territorio e l’incontro con Campagna Amica ci è sembrato un modo per dare valore e riconoscibilità al nostro operato. Ci siamo da prima avvicinati a Campagna Amica tramite internet e poi ci siamo rivolti alla sede Coldiretti più vicina a noi, dove abbiamo trovato massima disponibilità. Ci è stato spiegato il progetto e abbiamo deciso come collaborare.
 
Da dove nasce l’esigenza di avere una mensa a km zero certificata Campagna Amica?
Il nostro asilo sorge in una zona a vocazione agricola, caratterizzato da alcune colture tipiche. Fin da subito abbiamo pensato che era giusto far conoscere questa realtà ai bambini, far capire loro che esiste un legame tra ciò che mangiamo e il territorio. Avere la mensa interna ci ha permesso di seguire con facilità questa politica. Il mercato di Campagna Amica che è stato aperto vicino all’asilo è stata la spinta definitiva. Comprare dalle aziende agricole del posto, comprare al mercato, era un modo per fare educazione alimentare, avere la certezza di ciò che davamo ai nostri bambini e poi, ovviamente, aiutava lo sviluppo del territorio.
Le materie prime utilizzate in cucina sono accuratamente scelte da aziende selezionate e certificate con il marchio Campagna Amica e questo dà a noi e ai genitori la certezza di vera genuinità e origine.
 
Questa attività è connessa a un progetto di educazione alimentare e consumo consapevole che portate avanti durante l’anno? Sono legate a questo tema altre iniziative?
Ogni anno ha un particolare tema nella nostra programmazione didattica, il 2014 ha come tema l’alimentazione. Oltre all’adesione a Campagna Amica, abbiamo infatti previsto un anno denso di attività che vedrà coinvolti i bambini, ma anche i genitori. Sono previsti degli incontri con chef della zona, che realizzeranno dei laboratori del gusto, dove i bambini in prima persona saranno invitati a mettere le mani in pasta; ci sarà un’attenzione verso le ricette insolite, facendo scoprire a bimbi e genitori nuovi sapori e consistenze, sempre prediligendo i prodotti locali. Ci sarà anche un convegno finale su alimentazione e consumo consapevole al quale parteciperà anche Campagna Amica. Ma a parte l’anno espressamente dedicato, siamo fortemente convinti che una buona educazione alimentare dei bambini, anche in questa età precoce, e dei genitori che accompagnano i bambini in questo percorso, sia un aspetto fondamentale della nostra visione educativa generale.
 
Articolo di Ester Perri, pubblicato sul numero di giugno 2013 del mensile "Il Punto di Campagna Amica". Per leggere tutta la rivista clicca [qui]
TAGS
asilo; kmzero; alimentazione; bambini; savona; ceriale;