Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Scopri dove trovare le nostre eccellenze
Notizie

A Modena apre il primo chiosco a km zero

19.06.13

Un nuovo progetto di sostenibilità per la città. Grazie ad un accordo con la Coldiretti provinciale, sette associazioni di volontariato  hanno dato il via ad un nuovo progetto nel cuore del Parco Ferrari. Il Millybar offrirà solo piatti realizzati con i prodotti locali della campagna

Con l’apertura del Millybar, nel cuore del Parco Ferrari non è stato inaugurato solo un punto di ristoro a km 0 ma un vero e proprio centro di attività volto alla rivitalizzazione del polmone verde di Modena con attenzione al benessere, all’ambiente e all’integrazione culturale. L’iniziativa è stata recentemente presentata alla stampa da Alberto Cirelli (presidente della Circoscrizione 4 di Modena), Alessandra Filippi (presidente di Legambiente Modena), Emilio Teglio (in rappresentanza delle associazioni promotrici) e Federica Barozzi (responsabile Campagna Amica Modena).
“Il nostro obiettivo – ha detto Teglio per conto delle sette associazioni promotrici – è quello di contribuire alla rivitalizzazione di quest’area della città rispettando i frequentatori tradizionali del parco (anziani, famiglie, bambini, sportivi), ma coinvolgendo anche chi il parco ancora non lo conosce. Per questo abbiamo pensato ad un’offerta variegata di  attività: a partire dalla completa riqualificazione del servizio bar in ottica di sostenibilità ambientale (cibo a km 0, uso di stoviglie riutilizzabili, raccolta differenziata dei rifiuti) per arrivare ad una vera e propria programmazione di iniziative culturali e di intrattenimento. Ad esempio – ha terminato Teglio – offriremo la possibilità di acquistare un ‘pacchetto pic-nic’ comprensivo di telo, cesto, cibo e servizio di recupero rifiuti”.
“Il Millybar offrirà solo piatti realizzati con i prodotti a km 0 della campagna modenese, forniti dalla Bottega di Campagna Amica di via Vignolese a Modena – ha sottolineato la responsabile di Campagna Amica Modena, Federica Barozzi – proseguendo l’impegno di Coldiretti e Campagna Amica per assicurare ai consumatori tutta l’ampia gamma dei prodotti delle campagne modenesi senza che abbiano subito intermediazioni commerciali, passaggi in magazzino o lunghi trasporti che ne possono compromettere la freschezza. In particolare, in questo caso vogliamo soddisfare le esigenze dei visitatori più salutisti e sportivi del parco offendo loro cibi genuini e di qualità. L’iniziativa – ha terminato Barozzi – si inserisce nella ormai consolidata collaborazione con Legambiente con la quale, dopo la gestione dei Mercati di Campagna Amica in città, intendiamo continuare a promuovere stili di vita sostenibili e rispettosi dell’ambiente.”
“Legambiente – ha detto Alessandra Filippi, presidente del locale circolo – non può che essere soddisfatta di questo progetto che sposa tutti i temi che ci sono cari: cibo a km 0, biologico, equosolidale, raccolta differenziata rifiuti ma anche un’attenzione speciale alla vivibilità della città. Per questo, in forza anche della vocazione culturale della nostra associazione, abbiamo pensato di proporre una serie di incontri per affrontare temi di interesse per la cittadinanza intera”. “La singolarità dell’iniziativa – ha terminato infine il Presidente della Circoscrizione 4 del Comune di Modena, Cirelli – consiste nella gestione che è affidata esclusivamente ad  associazioni di volontariato senza l’intervento dei privati. Questo è un segno positivo per tutta la città”.
L’organizzazione è a cura dell’Ats Parco Ferrari si cui fanno parte: L’Ape Associazione Promozione Etica, Legambiente Circolo di Modena “Angelo Vassallo”, Tecumseh, Croce Blu Modena, Insieme in quartiere per la città, L’Angolo dell’Avventura, L’Asino che Vola.
TAGS
modena; parco; kmzero; chiosco;